Torbole e il Vento

Windsurf sul lago a Torbole

Torbole si trova sulla punta settentrionale del lago di Garda, in territorio trentino. L'abitato sorge a cavallo del Sarca, unico immissario del Garda, proprio dove la valle del fiume termina con la sponda del lago. Oggi Torbole è un importante centro turistico, famoso in tutto il mondo tra gli appassionati di sport velici grazie al Peler e a l'Ora, i forti e costanti venti termici che soffiano in questa parte del lago.

Come raggiungere Torbole

Si può arrivare a Torbole in macchina o autobus lungo la Gardesana Orientale (SR 249), la strada che costeggia il lago di Garda collegando tutti i paesi che sorgono sulle sue rive. Venendo da sud, in territorio veronese, passando per Garda, Torri del Benaco, Malcesine, si può ammirare come lungo il percorso il lago di Garda cambia radicalmente il suo aspetto. Da placido e ampio, circondato da basse e dolci colline, si fa via via più stretto, chiuso da monti rocciosi e scoscesi sempre più imponenti. Un paesaggio che incute soggezione per la sua grandiosità.

Alternativamente si può giungere a Torbole dall'autostrada A22 Modena-Brennero che corre lungo la val d'Adige. Uscendo al casello di Rovereto Sud si prosegue in direzione Nago-Torbole, passando per il lago del Loppio, dove nel '500 vennero trasportate le galee veneziane. Si scende quindi per una tortuosa strada a tornanti fino a Torbole, godendo di uno straordinario panorama del lago visto dall'alto.

In entrambi i casi, buona parte della strada è a una sola corsia per senso di marcia, i sorpassi sono difficili, e in estate, con il grande flusso turistico, si creano spesso intasamenti e lunghe code.

Peler e Ora

Il lago di Garda è un'immensa massa d'acqua che collega la pianura Padana a sud e le montagne del Trentino a nord. In estate tutte queste aree si scaldano in maniera e con velocità diverse, creando grandi differenze di pressione che generano venti intensi, costanti e molto prevedibili. L'alto lago è come una stretta valle chiusa dai ripidi versanti dei monti e i venti vi si incanalano.
La mattina il vento che soffia da nord a sud si chiama Peler.
Verso mezzogiorno il Peler perde di intensità, e dopo un momento di bonaccia, nel primo pomeriggio incomincia a soffiare l'Ora da sud verso nord.

Windsurf e Sport Velici

Queste condizioni climatiche fanno di Torbole uno "spot" conosciuto in tutto il mondo per praticare kitesurfing, windsurf e altri sport velici. Quando le condizioni sono ideali, visto dall'alto della strada panoramica, lo specchio increspato del lago appare completamente punteggiato delle vele di ogni forma, dimensione, colore. La sera, i giovani di ogni nazionalità si ritrovano nei numerosi bar e locali di Torbole a raccontarsi le loro imprese della giornata in acqua.
In tutta la zona sono numerose le scuole di vela e gli yacht club attrezzatissimi dove è possibile fare corsi, noleggiare o mettere in acqua agevolmente le proprie imbarcazioni e attrezzature.
Nel corso dell'anno si svolgono numerose regate, alcune di livello internazionale.
Proprio per non mettere a repentaglio i velisti, in tutto il tratto di lago a nord di Malcesine non è consentita la navigazione a motore se non ai battelli di linea.

Altri sport

La conformazione del territorio in questa zona del lago lo rende un luogo ideale per chi ama trascorrere le vacanze praticando sport immerso nella natura. Qui troverà percorsi per mountain bike, escursionismo, trekking, canyoning, arrampicata, parapendio.
Non manca ovviamente ogni tipo di possibilità di pernottamento: hotel, camping, residence, case vacanza.

Enogastronomia

Torbole si trova ormai in Trentino e quindi l'enogastronomia di questa zona è diversa da quella del resto della sponda veronese del lago di Garda. Nei ristoranti e nelle gastronomie si possono trovare molti piatti tipici della tradizione trentina come la carne salà, a base di fesa di manzo o cavallo conservata in sale e aromi per un periodo che va dalle due alle cinque settimane. Si può gustare sia cruda che leggermente scottata alla piastra con rucola e scaglie di formaggio oppure con i fagioli in umido.
I vini sono quelli della vicina val d'Adige dove si trovano vitigni tipici come il Marzemino, il Teroldego, la Schiava, il Lagrein per quanto riguarda i rossi, o il Pinot Grigio, il Muller Thurgau, la Nosiola per quel che riguarda i bianchi.

Viaggiatori illustri

La Valdadige è da sempre la naturale via di collegamento tra l'Europa centrale e l'Italia attraverso le Alpi. Da qui, oltre a eserciti e mercanti, passavano anche i viaggiatori che venivano in Italia per il grand tour. Tra essi ci furono anche molti artisti come Goethe e Mozart che fecero tappe in questi territori.
Goethe visitò Torbole nel 1786, durante il suo viaggio in Italia di cui lasciò una dettagliata cronaca scritta.
Mozart, ancora ragazzo, vi era passato 17 anni prima, nel 1769, fermandosi a Rovereto e ad Ala prima di proseguire per Verona assieme al padre che aveva organizzato per lui un viaggio di formazione in Italia. La leggenda dice che, alcuni anni dopo, scrivendo il Don Giovanni, fu proprio il ricordo del Marzemino che aveva assaggiato da queste parti a ispirargli un passo dell'opera:

"Versa il vino. Eccellente Marzemino!"

ordina Don Giovanni al servitore Leporello.

Galleria Adige-Garda

Arrivando a Torbole da sud lungo la Gardesana, la via che costeggia il Garda, poco prima di entrare nell'abitato, facendo un po' di attenzione si può notare sulla destra quello che sembra l'imbocco di una galleria stradale, ma che si apre direttamente sulle acque del lago. È il punto di uscita della galleria Adige-Garda, un tunnel di 10 km scavato sotto le montagne, che collega il fiume Adige con il lago di Garda. Si tratta di un'opera ingegneristica di grandissima importanza, che permette di salvare la città di Verona dalle devastanti inondazioni dell'Adige, purtroppo ricorrenti, come quelle del 1882 e 1888.
I lavori iniziarono nel 1939 e, dopo l'interruzione dovuta alla guerra, si conclusero venti anni dopo. Le acque fredde e limacciose dell'Adige, quando si riversano nel lago di Garda, hanno un grave impatto ambientale, per cui la galleria viene aperta solo in caso di estrema necessità. In totale è stata utilizzata 11 volte, l'ultima nell'ottobre del 2018.

Per info o prenotare una guida turistica di Torbole:

+39 333 2199 645 info@veronissima.com P.I. 03616420232 C.F. CPPMHL74L13L781C