Home Tour Temi Eventi Vino Gastronomia Hotel Info Profilo Foto Link

Vini Veronesi

vini di verona

La città di Verona è tutta circondata da zone di produzione vitivinicola, alcune delle quali molto antiche, particolarmente rinomate e apprezzate non solo in Italia ma a livello internazionale.
Pochi prodotti sono così indissolubilmente legati alla storia, alla cultura e alle tradizioni di un territorio quanto il vino. Come guide turistiche di Verona proponiamo itinerari alla scoperta delle cantine del veronese coniugando gli aspetti enogastronomici di ciascuna zona di produzione con la visita a castelli e pievi medievali, ville rinascimentali e barocche, accompagnate dalle appassionanti storie, leggende e racconti che riguardano questi luoghi.

Per informazioni, dettagli, o per consultare una guida turistica di Verona così da poter personalizzare un tour enogastronomico per singoli, piccoli o grandi gruppi organizzati scrivete a:

info@veronissima.com

Le Zone Vitivinicole di Verona

Il veronese, con le sue dolci colline, il lago di Garda e le diverse zone climatiche e geologiche, è da tempi immemorabili un territorio così vocato alla produzione vitivinicola da fornire una gamma versatile e completa di prodotti, in grado di accompagnare qualsiasi occasione e qualsiasi ricetta. Con gli itinerari enogastronomici delle guide turistiche di Verona li potrete scoprire tutti.

Il Durello

I monti Lessini, ossia le prealpi veronesi, con il loro terreno calcareo e vulcanico e i forti sbalzi termici accompagnati alle caratteristiche dell'uva Durella, danno vita a un grande vino spumante realizzato con metodo classico, perfetto come aperitivo o per accompagnare piatti di pesce. Il Lessini Durello DOC è un vino ancora poco conosciuto anche se negli ultimi anni sta conoscendo un crescente successo. La visita guidata a una o più cantine del Durello DOC permette di conoscere le particolari tecniche di spumantizzazione che sempre di più vanno diffondendosi in Italia e un territorio che privo di quell'intensa attività edilizia che ha rovinato molte aree rurali del Veneto.

Soave

vini verona soave

Vigneti di uva Garganega a Soave e sullo sfondo il castello Scaligero con la cinta muraria che circonda il borgo antico. Il castello, edificio del '300, è aperto al pubblico e visitabile.

Il Soave è uno dei vini bianchi italiani più conosciuti ed esportati. Prodotto da uve autoctone (principalmente Garganega) a est di Verona, in un territorio ricco di storia. Le colline di Soave sorgono a ridosso dell'antica via Postumia, strada romana che attraversava da est a ovest tutto il nord Italia. Nel medioevo, questa posizione strategica rese Soave un avamposto conteso tra comuni e signorie confinanti, e venne costruito a più riprese il maestoso castello che ancora oggi, con il suo mastio e la cinta merlata domina il paesaggio. Il castello di Soave è aperto al pubblico e visitabile. Dai camminamenti lungo le mura merlate e dalla cima del mastio si può ammirare tutto il territorio circostante, la vasta pianura che si estende a sud e la vallata circondata da colline ricoperte di vigneti.

Custoza e Lugana

vini verona san martino

Vigneti della Lugana ripresi dall'alto della torre di San Martino, monumento ai caduti della tremenda battaglia di San Martino e Soferino. In lontananza si scorgono le colline moreniche a sud del lago di Garda che costituiscono parte della zona di produzione del Custoza.

Custoza e Lugana sono altre due zone di produzione di vini bianchi anche se molto diversi tra loro: leggero, fresco e profumato il primo, più strutturato, sapido e corposo il secondo. I territori che danno vita a questi vini bianchi, sono ricchi di bellezze paesaggistiche e di storia. Furono infatti teatro delle sanguinose battaglie risorgimentali che ancora riecheggiano nelle memorie di scuola: Custoza, San Martino, Solferino.
A poca distanza dal lago di Garda, da suggestive e affascinanti località come Borghetto, Valeggio sul Mincio, Sirmione, una visita con le guide turistiche di Verona a una o più cantine della Lugana e di Custoza può facilmente diventare parte di un itinerario più complesso e articolato che integri storia, arte, tematiche naturalistiche.

Il Bardolino

Grappoli di uva Corvina. Questa varietà è utilizzata sia per la produzione del Valpolicella sia per quella del Bardolino a cui però i terreni leggeri e sciolti delle colline moreniche del Garda donano leggerezza e freschezza.

Sempre a ridosso del lago di Garda ma sulle splendide colline che circondano la sponda orientale si trova la zona vitivinicola del Bardolino, tra i primi vini rossi italiani a ricevere la certificazione DOC. Un vino leggero, anche nella versione rosata, da bere fresco, come aperitivo, da ccompagnare a salumi, formaggi, carni bianche o con la pizza. Oltre al vino, la zona del Bardolino offre una molteplicità di opzioni per un tour più articolato che comprenda la visita dei villaggi del lago, con chiese romaniche, monasteri, castelli scaligeri collegati da strade panoramiche.

La Valpolicella

botti valpolicella

Le tipiche grandi botti in rovere di Slavonia per il lungo affinamento dell'Amarone, il più importante tra i vini della Valpolicella e ormai nel novero dei grandi vini internazionali.

La Valpolicella, anche grazie al successo internazionale dell'Amarone, uno dei più prestigiosi vini italiani, è certamente la zona di produzione vitivinicola veronese più rinomata e prestigiosa. Sono numerosissime le cantine visitabili, alcune delle quali ospitate in ville sontuose e casolari rustici dove passare momenti conviviali apprendendo tutto sulla produzione dell'Amarone e degustando grandi vini assieme ai prodotti del territorio come la soppressa veneta e il formaggio Monte Veronese. La Valpolicella offre inoltre numerosi spunti per la costruzione di itinerari guidati entusiasmanti che coniughino storia, arte e bellezze naturali come le cascate di Molina o il ponte di Veja.

Vinitaly

vinitaly

Stand di degustazione all'interno dei padiglioni della fiera di Verona allestiti per il Vinitaly, la più grande fiera mondiale del vino e dei prodotti enologici.

Ma anche la città di Verona stessa è un importantissimo centro dell'enologia italiana e internazionale. Una volta all'anno, a fine marzo, Verona ospita infatti Vinitaly, la più importante fiera vitivinicola mondiale, con migliaia di espositori, centinaia di migliaia di visitatori, eventi di ogni tipo legati alla cultura del vino che interessano la città intera.

vini veronese osteria

L'interno di una tipica osteria di Verona con alle pareti centinaia di vini del territorio da gustare e da abbinare ai piatti della tradizione.

E poi nelle tipiche osterie della città, dove è possibile abbinare i celebri vini di Verona con i piatti della tradizione. Alcune di queste osterie sono antichissime, luoghi dalle atmosfere suggestive, dove si conserva la cultura popolare della città e che possono diventare meta di un itinerario turistico guidato insolito che coniughi arte e storia con cibo e vino.

Per informazioni sui vini, le zone di produzione vinicola, visite guidate alle cantine, la realizzazione di itinerari turistici eno-gastronomici personalizzati con una guida turistica di Verona, scrivete a:

info@veronissima.com

 

 
home - tour - temi- eventi - vini - gastronomia - hotel - info - profilo - foto - archivio - link
www.veronissima.com 2007