Visite Didattiche: Verona Romana

Informazioni e prenotazioni:
tel 348 7268 458

didattica@veronissima.com

selciato romano della via Postumia a Verona

Un tratto della via Postumia, costruita con le tipiche lastre basaltiche delle strade romane. Sono ancora visibili i solchi in cui scorrevano le ruote dei carri romani. 700 metri di lastricato sono stati rinvenuti sotto la centrale via Cavour, strada utilizzata senza interruzioni per più di duemila anni.

Verona possiede una straordinaria ricchezza di reperti romani sparsi sopra e sotto il suo tessuto urbano, ed esposti nei suoi musei. Ciò la rende una destinazione ideale per le scolaresche che vogliano ripercorrere e approfondire le varie fasi e tematiche della storia romana nel corso del proprio viaggio di istruzione.

Itinerario nella Verona Romana

arena di verona

L'Arena di Verona, l'anfiteatro costruito nel I sec. d.C. per gli spettacoli di gladiatori. Oggi è aperto al pubblico ed è normalmente incluso nell'itinerario guidato nella Verona romana. Può inoltre diventare tematica di approfondimento a sé stante con laboratori e focus speciali per le scolaresche in gita.

Il tipico itinerario didattico guidato, della durata di circa due ore, comprende i principali monumenti e luoghi della Verona romana illustrati da una guida turistica: l'Arco dei Gavi, porta Borsari, piazza Erbe (l'antico foro), porta Leoni, ponte Pietra e l'Arena.

La gita di una giornata può essere completata da approfondimenti e attività complementari come la visita al Teatro Romano, al Museo Archeologico, al Museo Lapidario Maffeiano o agli Scavi Scaligeri (l'eccezionale museo sotterraneo di Verona), laboratori di mosaico, animazioni teatrali con attori che interpretano personaggi storici, momenti ludici in cui gli alunni mettono in scena combattimenti tra gladiatori all'interno dell'anfiteatro.

Tematiche d'approfondimento

Le tematiche della storia romana che vengono trattate nel corso della visita guidata a Verona e che possono essere ulteriormente approfondite sono molteplici. Per ciascuna area tematica sono disponibili laboratori e attività didattiche complementari.

Strade e vie di comunicazione

arco dei gavi

Opera celebrativa di un'influente famiglia della Verona del I sec. d. C.. Costruito sulla via Postumia, principale strada di accesso a Verona, segnava il limite più esterno della città. Distrutto dai francesi alla fine del '700, fu ricostruito negli anni '30 a lato della strada assieme a un tratto di selciato romano.

Verona nasce come insediamento militare, città fortificata e base strategica per la successiva penetrazione romana nei territori montani attraverso la Val d'Adige, nella prima fase dell'espansione di Roma. La città viene posta al centro di un'importate rete viaria, dove si incrociano le direttrici sud-nord ed est-ovest: via Postumia, via Gallica e via Claudia Augusta. Nel centro storico si possono tuttora distinguere chiaramente questi assi viari e sono visibili in più punti resti del selciato romano.

L'urbanistica

mosaici paleocristiani a Verona

Una strada del centro di Verona che coincide perfettamente con un cardo minore. Due metri sotto l'attuale piano stradale è visibile il selciato originale romano.

Lo sviluppo di Verona viene realizzato secondo i più classici schemi urbanistici romani che ricalcano la struttura dell'accampamento militare (castrum): due vie principali perpendicolari (cardo massimo e decumano massimo) che si incrociano nella piazza principale (foro), e le restanti vie (cardi e decumani minori) parallele e perpendicolari tra di loro a formare una griglia regolare (reticulum). Questa struttura urbanistica è ancor oggi perfettamente conservata e visibile nella disposizione delle strade e degli isolati del centro storico.

Lo sfarzo dell'Impero

porta borsari

Porta Borsari I sec. d.C. l'ingresso principale della città sulla via Postumia. Secondo alcuni studiosi la ricercata raffinatezza con cui venne realizzata la facciata in pietra calcarea ancora oggi visibile, serviva ad affermare lo sfarzo e la potenza dell'impero in una città di confine come Verona.

Verona, grazie anche alla sua posizione strategica, diventa ben presto una città fiorente e in età imperiale si trasforma in una dei più sfarzosi centri del mondo romano con mura e porte monumentali, grandi edifici pubblici e religiosi in pietra e marmo, abitazioni private riccamente decorate con affreschi e mosaici i cui resti abbondano sia in superficie che nei musei e sotterranei di palazzi cittadini e potranno essere mostrati ai ragazzi in gita dalla guida turistica che li accompagna.

La vita quotidiana

La vita di tutti i giorni in epoca romana può essere ripercorsa dagli studenti in gita a Verona attraverso i luoghi dove si svolgevano le attività quotidiane (foro, terme, domus, templi), nelle collezioni di suppellettili, statuette votive, oggetti di uso comune conservati al Museo Archeologico, nell'incredibile quantitativo di iscrizioni del Museo Lapidario, nei luoghi di divertimento: teatro e anfiteatro.

I luoghi del divertimento

teatro romano di Verona

I resti del teatro romano di Verona. I sec. a.C.

Uno spazio speciale dell'itinerario guidato nella Verona romana lo meritano i luoghi del divertimento come l'Arena, uno dei più famosi monumenti in Italia, e il teatro romano.

Verranno inoltre menzionate le terme, il circo e altri luoghi di svago di una tipica città romana. Su richiesta la guida turistica potrà approfondire determinate tematiche come la recitazione, le maschere, le forme teatrali dell'antichità o le classi gladiatorie e le tipologie di spettacolo nell'anfiteatro.

La città sotterranea

resti di domus romana a Verona

La domus di piazza Nogara. Un sito di 400 metri quadri sotto un'importane banca cittadina. Sono chiaramente distinguibili la pianta con i vari ambienti: il cortile interno (atrium), la vasca di raccolta dell'acqua (impluvium), camere e sale ricoperte da splendidi mosaici molto ben conservati.

Molti reperti di epoca romana sono ancora là dove sono stati trovati, due-tre metri sotto strade, palazzi e piazze cittadine. I vari siti, molti dei quali vsitiabili come la domus di piazza Nogara, il museo degli Scavi Scaligeri, i resti del capitolium sotto corte Sgarzarie, possono essere inseriti come approfondimento del più tradizionale itinerario didattico nella Verona romana o diventare un itinerario indipendente. Grazie alle indicazioni della guida turistica che li accompagnerà, i ragazzi in gita scolastica comprenderanno i tipici movimenti di innalzamento del piano stradale dovuti al trascorrere del tempo, familiarizzeranno con il concetto di stratificazione e con le metodologie di scavo e studio archeologico.

La decadenza e il cristianesimo

mosaici paleocristiani a Verona

Mosaici di una basilica paleocristiana (IV sec. d.C) sotto la chiesa di Sant'Elena a Verona.

L'ultima fase dell'Impero Romano, emerge in tutta la sua decadenza e drammaticità nei vicoli e nelle piazze nascoste di Verona, dove ancora sono visibili tratti del Muro di Gallieno, costruito nel 265 d.C. in soli sei mesi inglobando iscrizioni, decorazioni e tutto ciò che l'atterrita popolazione veronese terrorizzata da una delle prime invasioni barbariche aveva a portata di mano. All'ultima fase dell'impero risalgono anche i resti delle prime basiliche paleocristiane e dei primi luoghi di culto, che la guida turistica che accompagna il gruppo potrà illustrare nel complesso del Duomo e in alcuni siti della provincia come l'Ipogeo di Santa Maria in Stelle.

Laboratori didattici

Sono inoltre disponibili numerosi laboratori didattici pratici da svolgersi nei musei e in apposite aule didattiche per approfondire le tematiche trattate durante la visita guidata.

Offerta completa

Laboratori e attività

Visite didattiche con animazione teatrale | L'Arena e i Gladiatori | Il Mosaico | Laboratori epoca romana

Musei e monumenti

mosaici paleocristiani a Verona

La sala delle sculture romane al Museo Archeologico di Verona.

Arena di Verona | Museo Archeologico e Teatro Romano | Museo Lapidario Maffeiano | Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri (Museo Sotterraneo) | Domus romana di piazza Nogara | Scavi di Corte Sgarzerie.

 

Per qualsiasi domanda o informazioni più dettagliate su visite guidate e itinerari didattici a Verona, scrivete a:

 

didattica@veronissima.com