Visite Didattiche: Verona Medievale

Informazioni e prenotazioni:

didattica@veronissima.com

duello odoacre teodorico

Bassorilievo sulla facciata di San Zeno raffigurante la battaglia tra Odoacre e Teodorico.

A l centro delle vie lungo le quali i barbari calarono nella penisola, Verona fu più volte assediata e conquistata dagli invasori che si susseguirono alla caduta dell'Impero Romano d'Occidente. Grazie alla sua posizione strategica divenne importante centro fortificato sotto i vari re romano-barbarici: Odoacre, Teodorico, Alboino, Pipino, fiorente libero comune e ricca e potente signoria con gli Scaligeri.

Obbiettivi della visita didattica

Conoscere gli elementi significativi del medioevo in relazione ai resti archeologici, ai monumenti e agli edifici del centro storico di Verona. Orientarsi e collocare cronologicamente nel tempo il passaggio della città dall'epoca romana ai regni romano-barbarici dell'Alto Medioevo, dalla costituzione del libero Comune alla Signoria. Individuare i rapporti di interdipendenza e causa-effetto tra le varie epoche. Cogliere gli elementi significativi dell'architettura romanica e gotica.

Itinerario nella Verona Medievale

castelvecchio Verona

Castelvecchio, la fortezza costruita dagli Scaligeri a metà del '300. Oggi ospita il museo civico con esempi di scultura e pittura dal romanico al barocco e una interessante collezione di armi e armature antiche.

L'itinerario guidato permetterà ai ragazzi in gita scolastica a Verona di capire il mutamento della città con la decadenza seguita alla fine dell'impero romano e i successivi regni barbarici che spesso ebbero a Verona uno dei maggiori centri. La città offre numerosissimi monumenti romani e alcuni siti longobardi che permettono di effettuare un raffronto di grande contrasto.
La guida turistica illustrerà poi la ripresa e il rafforzamento della città come istituzione con la costituzione del libero comune nel XII secolo e i primi palazzi e chiese romaniche.
Si parlerà approfonditamente, grazie anche all'abbondanza di palazzi e reperti, dell'ascesa, consolidamento e decadenza, di una delle prime signorie italiane: gli Scaligeri, con un particolare focus sullo scontro tra guelfi e ghibellini con la leggenda di Giulietta e Romeo. Ci si soffermerà quindi sulla presenza di Dante a Verona e sulla trasformazione linguistica dal latino al volgare all'italiano.

Tour di mezza giornata

Nell'itinerario medievale di mezza giornata è possibile visitare i principali monumenti della Verona Comunale e Scaligera: le mura trecentesche, Castelvecchio (esterno), piazza Erbe, piazza dei Signori con i palazzi del potere nella Verona comunale, le Arche Scaligere, la Casa di Romeo (esterno) e la Casa di Giulietta (cortile interno). Non vengono tralasciati i monumenti di rilievo di altre epoche che si trovino lungo il percorso come l'Arena (esterno).

Giornata intera

Le tematiche che vengono trattate nel corso della visita guidata di mezza giornata nella Verona medievale possono essere ulteriormente approfondite con un percorso di una giornata intera inserendo specifiche visite a monumenti e musei. Per ciascuna area tematica sono disponibili laboratori e attività didattiche complementari. Di seguito alcuni spunti.

Approfondimenti

Le chiese

arco dei gavi

Opera celebrativa di un'influente famiglia della Verona del I sec. d. C.. Costruito sulla via Postumia, principale strada di accesso a Verona, segnava il limite più esterno della città. Distrutto dai francesi alla fine del '700, fu ricostruito negli anni '30 a lato della strada assieme a un tratto di selciato romano.

Nel tour didattico possono rientrare visite guidate ai luoghi di culto sorti lungo l'antica via Postumia (oggi via Cavour) come il misterioso sacello delle Sante Teuteria e Tosca, forse la chiesa più antica del Veneto, le cui origini risalgono al V secolo, la chiesa di San Lorenzo con le sue arcaiche torri scalari e i matronei ancora integri.

Vi sono poi la Basilica di Santo Stefano, sorta su un antico tempio romano, San Giovanni in Valle, antica chiesa ariana sorta nel Castrum Gotorum, la cittadella fortificata dove i dominatori goti vivevano separati dal resto della città.

Nel complesso del Duomo di Verona glia studenti in gita potranno vedere concretamente la prime testimonianze del passaggio da paganesimo a cristianesimo, con i resti delle chiese paleocristiane, la stratificazione dei luoghi di culto e il passaggio tra i vari stili architettonici con il progetto di Nicolò e il fonte battesimale del Brioloto, punto di riferimento della scultura romanica.

San Zeno

la chiesa di San Zeno

La facciata di San Zeno, perfetto esempio di stile romanico. A destra la torre campanaria e la torre della vecchia abazia benedettina.

Tra i più importanti monumenti vi è l'Abazia di San Zeno.

La chiesa del santo patrono di Verona, gioiello del romanico, mostra ancora al suo interno quel singolare accostamento di sacro e profano, spirituale e terreno, che fu proprio della cultura medioevale e che si è stratificato nella chiesa nel corso dei lunghi secoli che l'hanno vista saccheggiata, danneggiata, bruciata, e ogni volta ricostruita. Nella torre merlata, unico resto dell'immensa abazia, si conserva quello che viene considerato il più antico affresco a soggetto laico dalla caduta dell'Impero Romano. Sulla sua facciata convivono scene bibliche assieme alla rappresentazione del duello tra Odoacre e Teodorico e la "caccia infernale" di quest'ultimo, e sul suo portale bronzeo figure numinose e arcaiche prodotte dalla magmatica spiritualità medievale, lasciano ancora lo spettatore atterrito come già facevano più di mille anni fa.

Castelvecchio

Castelvecchio

Castelvecchio. XIV secolo.

Una gita scolastica a Verona di una giornata intera può inoltre includere una visita alle collezioni di gioielli, suppellettili, armi longobarde conservate al Museo di Castelvecchio, assieme alle sculture romaniche, testimonianze della vita quotidiana e artistica dell'alto medioevo a Verona e nella sua provincia.
Sono inoltre disponibili laboratori didattici nella Verona Medievale per approfondire il percorso guidato in città.

La Biblioteca Capitolare

manoscritto capitolare

Un antico manoscritto su pergamena della collezione della biblioteca Capitolare di Verona.

Altra importante tappa di approfondimento per una visita didattica nella Verona Medievale può essere la Biblioteca Capitolare, presente già dal V secolo con il suo scriptorium, dove gli amanuensi preservavano il sapere, rimase per tutto l'Alto Medioevo un importante centro di cultura, non solo cittadina, ma europea, "una delle arche di salvezza durante i secoli duri per gli uomini, durissimi per i libri".

La Biblioteca Capitolare è visitabile su prenotazione, in essa, oltre agli splendidi codici e incunaboli, è conservato il celebre indovinello di Verona, considerata da molti filologi la prima testimonianza di scrittura volgare in Italia: Se pareva boves, alba pratalia araba (et) albo versorio teneba (et) negro semen seminaba.

In Provincia

Itinerari guidati altomedioevali e romanici possono essere percorsi in tutta la provincia di Verona, che nei secoli successivi alla caduta dell'Impero Romano si costella di pievi romaniche come a San Severo e Santa Maria di Cisano, sul lago di Garda, San Floriano e San Giorgio in Valpolicella.

Per qualsiasi domanda o informazioni più dettagliate su visite guidate e itinerari didattici a Verona, scrivete a:

 

didattica@veronissima.com