Home Tour Temi Eventi Vino Gastronomia Hotel Info Profilo Foto Link
 
 
monumenti di verona
I Monumenti di Verona Romana
I Monumenti di Verona Medievale
I Monumenti di Verona Veneziana
I Monumenti della Verona Austriaca
I Monumenti della Verona del '900

Palazzo della Ragione

palazzo della ragione verona

Palazzo della Ragione è come venivano chiamati, nelle città amministrate dalla Repubblica di Venezia, i tribunali. Anche a Verona, rimasta sotto il dominio veneziano per quasi quattro secoli ve n’è uno, nel cuore del centro storico, con una facciata in piazza delle Erbe e una su piazza dei Signori, due delle piazze che più di ogni altra rappresentano la storia di Verona. L’attuale Palazzo della Ragione tuttavia sorgeva molto tempo prima del 1405, data che segnò l’inizio del lungo periodo in cui Verona fece parte dei territori della Serenissima, e ha più volte cambiato funzione e in parte anche aspetto, anche se oggi mantiene la sua arcaica caratteristica struttura romanica a strisce alterne di tufo e mattoni. L’attuale Palazzo della Ragione era inizialmente un edificio privato sorto in varie fasi a ridosso dell’antico foro romano, oggi piazza delle Erbe, su uno degli isolati formati dal reticolo di cardi e decumani della Verona Romana. L’edificio a pianta quadrata irregolare era caratterizzato dalla presenza di tozze torri anch’esse quadrangolari su ognuno degli angoli. Insomma una sorta di castello proprio nel cuore della città come voleva il clima politico della Verona comunale subito dopo il mille, quando i continui scontri, le lotte di fazione, i rivolgimenti che caratterizzarono questa zona della penisola rendevano necessario anche all’interno delle munite mura cittadine, protetti dalla corrente dell’Adige che abbracciava la città come il fossato di un castello, rendevano necessari edifici come questi per proteggersi. Ne sono esempi la cosiddetta casa di Romeo, la stessa casa di Giulietta.
Ancora oggi, una delle torri angolari, innalzata poi in epoche successive fino a diventare la costruzione più alta di Verona, porta il nome della famiglia che la possedeva: la Torre dei Lamberti.
Tra il 1193 e il 1196 dopo i danneggiamenti del tremento terremoto che quasi rase al suolo la città nel 1117, ai tempi del podestà di Verona Guglielo da Osa, il Comune entrò in possesso delle torri e delle costruzioni che sorgevano in questo settore della città edificando un edificio più strutturato da adibirsi a palazzo pubblico. Si tratta di uno dei primi palazzi pubblici d'Italia, nei suoi ambienti trovavano spazio le riunioni del consiglio cittadino, i magazzini del sale, il dazio della seta, l'ufficio dei pegni.
Con la costruione della Loggia del Consiglio su piazza dei Signori alla fine del '400, il palazzo, sotto l'amministrazione veneziana, venne adibito a tribunale, il Palazzo della Ragione appunto. Vari incendi nel corso dei secoli, in particolare quello el 1541, resero necessari vari interventi di rifacimento e restauro. La torre dei Lamberti venne innalzata agli attuali 84 metri, fu costruita l'elegante scala d'accesso nel cortile interno, la Scala della Ragione appunto. A inizio '800, ad opera dell'architetto Giuseppe Barbieri, artefice del rinnovamento neoclassico di Verona, venne aggiunta una facciata neoclassica sul lato di piazza Erbe.
Anche l'interno fu più volte cambiato e rimaneggiato. Alcune sale portano ancora traccia degli interventi cinquecenteschi di scuola sanmicheliana, brani di affresco e la splendida Cappella dei Notai, spettacolare gioiello del '700 fastosamente decorato con volte affrescate, lavori di alta ebanisteria e le imponenti tele di Louis Dorigny con gli esorcismi di San Zeno. Nel XIX secolo, nel generale movimento di recupero della Verona medievale, il Palazzo della Ragione venne riportato al suo originario aspetto romanico, con il bel muro di cotto e tufo a vista, il portico e il cortile interno.
Il Palazzo della Ragione continuò ad essere il tribunale di Verona fino all'inizio degli anni '80, quando questioni di spazio e funzionalità lo fecero spostare nell'ex caserma Mastino e l'edificio rimase in completo stato di abbandono fino ai primi anni del duemila quando se ne decise il restauro e l'utilizzo come centro espositivo. Il restauro venne affidato a Tobia e Afra Scarpa, figli di quel Carlo Scarpa che cinquant'anni prima aveva legato il proprio nome a Verona con il magistrale restauro di Castelvecchio. Molte delle soluzioni paterne sono confluite nel restauro dell'antico palazzo della ragione, con l'accostamento di elementi moderni e minimalisti alle vetuste strutture dell'edificio medievale.
Oggi il Palazzo della Ragione ospita, in vari periodi dell'anno, numerosi eventi espositivi.

La visita esterna alla Palazzo della Ragione è compresa nelle visite guidate di Verona. Dal 2014 a Palazzo della Ragione ha trovato la propria collocazione definitiva la Galleria d'Arte Moderna di Verona. Le guide turistiche di Verona sono liete di poter accompagnare appassionati di arte e di storia nella visita guidata del palazzo e dell'esposizione.
Per ulteriori informazioni sui monumenti di Verona scrivete alle guide di Verona:

info@veronissima.com

 

 
 
monumenti verona medievali
Domus Mercatorum
domus mercatorum a verona
Torre del Gardello
torre del gardello
Palazzi Scaligeri

palazzi scaligeri verona
Arche Scaligere
arche scaligere
Torre dei Lamberti torre dei lamberti a verona

Madonna Verona
fontana di madonna verona
Palazzo della Ragione
palazzo della ragione
 
   
home - tour - temi- eventi - vini - gastronomia - hotel - info - profilo - foto - archivio - link
www.veronissima.com 2007