San Fermo e Rustico

Visite guidate, informazioni e prenotazioni:

☎: +39 333 2199 645

info@veronissima.com

dettaglio di san zeno

Il rosone della facciata di San Zeno, capolavoro del romanico veronese.

San San Fermo e Rustico è tra le più antiche e complesse chiese di Verona. Si tratta in realtà di due chiese, costruite una sull'altra in epoche diverse di cui l'inferiore oggi funge da cripta della superiore. Collocata nel centro storico, a poca distanza dalla Casa di Giulietta e agli altri luoghi da visitare a Verona, può essere inserita in un itinerario guidato generale o in tour più specifici.

La Chiesa Inferiore

dettaglio di san zeno

Il rosone della facciata di San Zeno, capolavoro del romanico veronese.

Di una chiesa dedicata ai Santi Fermo e Rustico si hanno notizie fin dall'VIII secolo. Recenti scavi hanno portato alla luce quelli che gli archeologi ritengono essere le fondamenta di questo antico edificio di culto eretto sul luogo del martirio di Fermo e Rustico, soldati romani convertiti al cristianesimo e condannati alla decapitazione a causa della propria fede.

La chiesa inferiore venne eretta nelle forme attuali a partire dal 1065 dai benedettini che lì avevano anche un monastero con annesso ospedale. Siamo agli albori della grande stagione del romanico veronese e l'interno della chiesa ne conserva tutta la suggestione. La struttura è a pianta longitudinale, con due file di pilastri quadrati massicci alternati a pilastri più sottili che dividono la chiesa in quattro navate che danno un aspetto insolito alla chiesa, carica di una forza primitiva che affonda le sue radici nelle grandi costruzioni romane che sicuramente ispirarono gli artefici.
Vicino all'abside, del transetto destro, è conservata la pietra su cui, secondo la tradizione, furono decapitati i santi Fermo e Rustico.

La Chiesa Superiore

dettaglio di san zeno

Il rosone della facciata di San Zeno, capolavoro del romanico veronese.

La zona in cui sorge la chiesa, in riva all'Adige, era soggetta a frequenti innondazioni con il continuo accumularsi di detriti che innalzarono in breve il livello stradale. La chiesa di San Fermo si ritrovò quindi sprofondata rispetto al piano stradale e si decise di costruire una chiesa superiore di cui quella inferiore divenne la cripta. La chiesa superiore ha un'impostazione gotica a navata unica, pur conservando alcuni elementi della tradizione romanica veronese come i conci alternati di tufo e cotto. All'interno si viene colpiti dal meraviglioso soffitto ligneo a carena di nave. Tra le preziose opere di importanti artisti veronesi il monumento Brenzoni, con una resurrezione scolpita da Nanni di Bartolo e l'annunciazione ad affresco del Pisanello, altri affreschi di Altichiero e il pulpito di Barnaba da Morano. Qualche anno fa, la scoperta di un crocifisso affrescato dietro un dipinto seicentesco fece per un momento pensare al ritrovamento di un dipinto di Giotto, eseguito per i francescani di Verona di cui parla il Vasari. In realtà l'affresco, pur raffinatissimo e legato al nuovo linguaggio giottesco, è quasi sicuramente opera di botteghe locali.

Visita guidata a San Fermo

San Fermo (come viene comunemente chiamata dai veronesi) si trova all'interno dell'ansa dell'Adige che rappresenta il cuore del centro storico di Verona, facilmente raggiungibile durante i tour e gli itinerari guidati a piedi. Proprio dietro la chiesa vi è uno dei punti di carico e scarico autorizzato per i bus turistici.

Essendo parte del circuito Chiese Vive l'apertura è garantita a orari regolari. Per l'ingresso è previsto il pagamento di un biglietto di € 2,5. Grazie a una specifica convenzione, per i visitatori accompagnati dalle guide turistiche autorizzate della Provincia di Verona, l'ingresso è scontato a € 1,0.

Nel biglietto di ingresso è compresa l'accesso sia alla chiesa superiore che a quella inferiore.

 

Per qualsiasi domanda o informazioni più dettagliate su visite guidate di San Fermo e itinerari guidati a Verona, scrivete a:

 

☎: +39 333 2199 645

info@veronissima.com