San Nazaro e Celso

Visite guidate, informazioni e prenotazioni:

☎: +39 333 2199 645

info@veronissima.com

dettaglio di san zeno

Il rosone della facciata di San Zeno, capolavoro del romanico veronese.

D

La chiesa dei santi Nazaro e Celso è l'ultimo dei grandi cantieri cinquecenteschi a Verona, quello dove maggiormente si manifesta, soprattutto a livello pittorico, la maturità dello stile rinascimentale che era iniziato a Verona con la grande pala di San Zeno del Mantegna. Sul luogo tuttavia vi erano stati costruiti edifici religiosi sin dal nono secolo come testimoniano gli affreschi rinvenuti nella grotta di San Nazaro, scavata nel tufo del monte Castiglione e oggi al Museo Cavalcaselle presso la Tomba di Giulietta. Attorno alla grotta e al culto del santo sorsero nel corso dei secoli successivi ulteriori edifici di cui non rimangono che tracce.
Contemporaneamente, la chiesa venne affiancata da un monastero benedettino che, in epoca barocca, venne inglobato assieme a tutto il complesso, da una recinzione alla cui apertura sorgono colonne con scolpiti degli originali drappi legati.
All'interno della chiesa dei Santi Nazaro e Celso trovano posto alcuni importanti capolavori dell'arte veronese cinquecentesca. In particolare la pala di San Biagio di Gioacchino Bonsignori collocata nella splendida cappella di San Biagio che si apre sul lato sinistro e ospita dipinti e decorazioni del Falconetto e del Morone.

Per qualsiasi domanda o informazioni più dettagliate su visite guidate e itinerari turistici a Verona, scrivete a:

 

☎: +39 333 2199 645

info@veronissima.com