Home Tour Temi Eventi Vino Gastronomia Hotel Info Profilo Foto Link
 
 
monumenti di verona
I Monumenti di Verona Romana
I Monumenti di Verona Medievale
I Monumenti di Verona Veneziana
I Monumenti della Verona Austriaca
I Monumenti della Verona del '900

La Sinagoga di Verona

verona sinagoga

La Comunità Ebraica e il Ghetto di Verona
La presenza di una comunità ebraica a Verona è attestata sin dal medioevo. Gli israeliti vissero in relativa pace e prosperità a Verona fino alla metà del 1500 quando anche nella città scaligera si raccolse il contenuto della bolla di Papa Paolo IV che invitava alla segregazione. Anche a Verona, oltre a una lunga serie di divieti e restrizioni, venne istituito il ghetto, compreso tra le attuali via Mazzini, via Pellicciai, via Quintino Sella e Piazza Erbe. Ancora oggi, le case all'inizio di Piazza delle Erbe venendo da via Cappello, presentano la caratteristica forma lunga e stretta caratteristica data dalla limitata superficie su cui era possibile edificare.

La Sinagoga
La struttura dell'attuale sinagoga di Verona fu realizzata dall'architetto Giacomo Franco nel 1864. Il progetto di Franco prevedeva un'aula rettangolare con la zona riservata all'officiante sopralelevata rispetto allo spazio dei fedeli e accessibile da due scalette laterali.
L'attuale aspetto del tempio israelitico, in particolare per quanto riguarda la bella facciata in stile decò, si deve tuttavia al progetto di Ettore Fagiuoli, il più importante architetto veronese del '900, colui che più di ogni altro lasciò la sua impronta caratteristica nella città, realizzando tra l'altro le scenografie per la prima rappresentazione dell'Aida al festival operistico in Arena. E parte della gusto per certa architettura sfarzosa e quasi teatrale si ritrova anche nella facciata della sinagoga di Verona. Il Fagiuoli, nell'intraprendere il progetto, volle creare un oggetto architettonico molto innovativo e frutto della sua creatività seppure in linea con il gusto decò dell'epoca. La facciata è simmetrica, con al centro l'ampio portale di accesso affiancato da due pilastri in pietra bianca decorati con formelle a rilievo, a loro volta inquadrati da due coppie di paraste che definiscono l'intero campo della facciata. Le doppie paraste accentuano la verticalità della struttura e conferiscono al tutto un vivace ritmo decorativo dato dall'alternarsi di pietre in bugnato rustico e pietre a punta di diamante, con un'ulteriore variazione a metà circa della parasta dove il bugnato è sostituito da pietre lisce. Tutta la facciata poggia su un basamento di pietra bianca cui corrisponde in alto una cornice fortemente in rilievo che da unità e ulteriore simmetria all'insieme. La facciata è attraversata a circa due terzi di altezza da un'altra cornice in pietra bianca che coincide con l'innesto del timpano che sovrasta il portale. Nel campo interno alla coppia di paraste il Fagiuoli inserì dei motivi geometrici a bassorilievo formati da ellissi e cerchi collegati l'uno all'altro da segmenti decorativi realizzati con intonaco titeggiato di bianco per contrastare il giallo oro del fondo e il bianco caldo della pietra. I campi di intonaco giallo a fianco della struttura di ingresso sono adornati da due finestre per lato chiuse da grate in ferro battuto con motivi floreali, intervallate da una lapide. La lapide di sinistra, in memoria di Rita Rosani, risale al 1955, quella di destra, collocata nel 1957, ricorda le vittime veronesi dell'Olocausto.
Il portale monumentale è rappresentato da un arco affiancato da due semipilastri che sostengono una trabeazione e un timpano spezzato che creano un insieme di forte impatto spaziale e volumetrico. Nei vari riquadri si trovano decorazioni a bassorilievo raffiguranti le Tavole della Legge, la Tomba di Assalone figlio di Davide situata fra palme, la Menorah, candelabro a sette braccia, la Torre di Davide, la tomba di Rachele, la Porta d'Oro.
L'interno della sinagoga non è da meno, ricco sia di decorazioni musive ai pavimenti, sia di cicli pittorici geometrici che adornano muri e soffitti e realizzate sia ad affresco che a tempera e porporina anch'esse in parte comprese nel progetto complessivo del Fagiuoli. L'autore cui il Fagiuoli si affidò fu probabilmente Pino Casarini, giovane ma all'epoca già noto pittore di decorazioni.

Visite guidate al ghetto e alla Sinagoga di Verona
La sinagoga si trova al centro del vecchio ghetto, a pochi passi da piazza delle Erbe, nel cuore di Verona. Pur non essendo inclusa nei classici itinerari guidati nel centro di Verona è facilmente visitabile dall'esterno qualora ve ne sia richiesta. Visite guidate all'interno della sinagoga sono possibili su prenotazione. Per informazioni scrivete alle guide di Verona:

info@veronissima.com

 
 
monumenti verona del 900
La Sinagoga

sinagoga verona
 
   
   
   
home - tour - temi- eventi - vini - gastronomia - hotel - info - profilo - foto - archivio - link
www.veronissima.com 2007