Mostre Temporanee a Verona

Con una decina di musei, alcuni di grande rilievo nazionale, e cinque sedi espositive, Verona è un’importante destinazione per gli appassionati di mostre d'arte.

Mostre in Corso

vaso in vetro bianco e rosso di carlo scarpa
I Vetri di Carlo Scarpa

Vasi, coppe, oggetti in vetro nati dalla collaborazione tra Carlo Scarpa e la vetreria muranese MVM Cappellin.
Fino al 29 marzo 2020 a Castelvecchio.

VISITA

Info & Visite

Per maggiori informazioni e visite guidate in mostra:

+39 333 2199 645 info@veronissima.com P.I. 03616420232 C.F. CPPMHL74L13L781C


Sedi Espositive a Verona

Palazzo della Gran Guardia
Palazzo della Gran Guardia

Sede principale degli eventi espositivi a Verona è il Palazzo della Gran Guardia. Antica sede dell'Accademia militare nel ‘600, i suoi ampi e spaziosi saloni permettono l'allestimento dei più svariati eventi: concerti, convegni, manifestazioni connesse alla fiera e naturalmente mostre d'arte.
Grazie ai consistenti restauri conclusi nel 2005 è diventata un centro espositivo polifunzionale perfettamente attrezzato. Da allora vi si sono tenute mostre memorabili come “Mantegna e le arti a Verona”, “Paolo veronese illusione della realtà”, “Arte e vino” in occasione dell'Expo di Milano, “Il ‘700 Verona”, “Maya, il linguaggio della bellezza” e molte altre ancora.

Castelvecchio a Verona
Sala Boggian - Castelvecchio

Oltre alle collezioni permanenti, il museo di Castelvecchio è dotato di uno spazio riservato alle esposizioni temporanee: Sala Boggian. Vi si tenne il processo di Verona in cui Mussolini condannò a morte gli oppositori, tra cui il genero Galeazzo Ciano.
Si tratta di un grande spazio che può essere allestito con grande flessibilità in base alle necessità espositive. In passato vi si sono tenute memorabili mostre dedicate a Pisanello, Girolamo dai Libri, alla Scuola veronese del ‘600, Carlo scarpa designer a Murano, etc.

Palazzo della Ragione

L'antico tribunale di Verona, uno dei primi palazzi pubblici d'Italia, magnifico esempio di stile romanico civile, è oggi sede della Galleria d'Arte Moderna, nata dal lascito delle collezioni Achille Forti.
Oltre all'esposizione permanente con dipinti e sculture dei grandi maestri dell’800 e ‘900 italiano, Palazzo della Ragione ha ospitato nei suoi spazi esposizioni temporanee di grande prestigio come “il Settimo Splendore”, “Maternità da Previati a Boccioni", “pitture italiane nelle collezioni del museo Puškin”, “Venezia il secolo della biennale”, ecc.

Museo Archeologico - Teatro Romano

Anche il Museo Archeologico, nonostante il poco spazio a disposizione per esporre l'enorme mole di reperti di pregio che affollano le sue collezioni, riesce a ricavare un piccolo spazio dove allestire esposizioni temporanee. Si tratta di poche teche che però ospitano sempre mostre di grandissimo interesse spesso incentrate su tematiche molto specifiche o che illustrano temi meno conosciuti o legati alla vita quotidiana nell'antichità.
In passato vi si sono svolte mostre su monili, pesi e misure, la cura del corpo nell’antichità, ecc.

Scavi Scaligeri

Si tratta dello spazio sotterraneo ricavato a seguito degli scavi archeologici dell'area di piazza dei Signori tra palazzo del Capitano il Palazzo della Ragione, con resti di mosaici e strade romane, sepolture longobarde e strutture medievali.
Gli scavi scaligeri sono in realtà adibiti a spazio per mostre temporanee di fotografia. Nel tempo hanno ospitato anche mostre di grandi autori del novecento internazionale come Tina Modotti,Robert Capa, Eliot Erwit, Gordon Parks, René Burri, ecc.

Altre Sedi

Oltre alle sedi sopra elencate, in passato sono state utilizzate per mostre temporanee anche strutture museali come la Casa di Giulietta e il Museo di Storia Naturale.
Vi sono inoltre numerose strutture religiose e private che periodicamente organizzano eventi espositivi come la Biblioteca Capitolare, palazzo Scarpa del Banco BPM, il Museo Africano dei padri comboniani, ecc.