Case Mazzanti

Monumenti di Epoca Veneziana

Loggia del Consiglio

Loggia dei Consiglio

Visita
Porta San Giorgio

Porta San Giorgio

Visita
Porta Vescovo

Porta Vescovo

Visita
Porta San Zeno

Porta San Zeno

Visita
Palazzo Maffei

Palazzo Maffei

Visita
Palazzo Carlotti

Palazzo Carlotti

Visita
Porta dei Bombardieri

porta dei Bombardieri

Visita
Palazzo del Capitano

Palazzo del Capitano

Visita
Gran Guardia

Gran Guardia

Visita
Case Mazzanti

Case Mazzanti

Visita

Facciata affrescata delle Case Mazzanti

Informazioni e visita guidate alle Case Mazzanti:

+39 333 2199 645 info@veronissima.com P.I. 03616420232 C.F. CPPMHL74L13L781C

I nostri prossimi tour

11 settembre - h17:00
Romeo e Giulietta


Tutto quello che sai della storia è sbagliato.

📍 Piazza Bra
€10 a persona

Scopri di più
12 settembre - h10:30
Verona di Dante


Dante a Verona e Verona nella Divina Commedia.

📍 Piazza Bra
€10 a persona

Scopri di più
18 settembre - h15:00
Barche, Mulini & Co


Camminando lungo il fiume Adige.

📍 Ponte di Castelvecchio
€10 a persona

Scopri di più
25 settembre - h15:00
Cangrande


I bambini alla scoperta del mitico signore medievale.

📍 Piazza delle Poste
€10 a persona

Scopri di più

Verona Urbs Picta

Nella Verona del XVI e XVII secolo le facciate dei palazzi delle famiglie in vista della città erano spesso interamente decorate con affreschi. Era un modo per contribuire al decoro della città, fare sfoggio di ricchezza e buon gusto e contemporaneamente risparmiare rispetto a fregi e decorazioni scolpite in pietra. Molti importanti artisti veronesi dell'epoca vennero assoldati per questo tipo di opere. Tale era la quantità di palazzi affrescati che Verona venne soprannominata "urbs picta" ossia città dipinta.
Esposte per secoli agli agenti atmosferici e più di recente all'inquinamento, molte di queste opere non hanno resistito, sbiadendosi e sgretolandosi irrimediabilmente. Altre, passato il gusto che le aveva fatte commissionare, furono martellate per farvi aderire il nuovo intonaco che le ricoprì. Altre ancora sono state staccate con speciali tecniche dal muro su cui gli artisti le avevano realizzate, montate su telai ed esposte in musei.

Per approfondire

affresco monocromo staccato
Il Museo degli Affreschi di Verona

VAI

Uno degli esempi meglio conservati e ancora nella sua collocazione originaria sono proprio le case Mazzanti, che fanno bella mostra di sè nella centralissima piazza delle Erbe. Le case Mazzanti erano originariamente la residenza della famiglia della Scala. Mastino I cadde vittima di un'imboscata mentre rientrava dal buio vicolo che dava accesso all'ingresso sul retro. Fu allora che la famiglia che stava instaurando la signoria decise di trasferirsi in un ben più munito palazzo su piazza dei Signori. Il vecchio palazzo fu quindi venduto alla famiglia Mazzanti della quale ancora porta il nome.

Giulio Romano, il Manierismo e Alberto Cavalli

Nel 1500 i mazzanti affidarono la decorazione delle loro case all'artista veronese Alberto Cavalli. Egli fu allievo e collaboratore di Giulio Romano. Quest'ultimo, agli inizi del '500 era subentrato a Mantegna come artista di corte dei Gonzaga a Mantova. Proveniente da Roma aveva portato in nord Italia il nuovo stile pittorico ispirato all'opera di Michelangelo: il Manierismo. Alberto Cavalli lavorò alla decorazione di a Palazzo Te e trasferì a Verona il gusto per la plasticità monumentale dei corpi e per i colori accesi. Le Case Mazzanti sono uno degli elementi che contribuiscono a caratterizzare piazza delle Erbe, il cuore del centro storico di Verona.

Info e visite guidate alle Case Mazzanti:

+39 333 2199 645 info@veronissima.com P.I. 03616420232 C.F. CPPMHL74L13L781C