La Tomba di Giulietta

Giulietta e Romeo

Meroni

Visita
Casa di Giulietta

Fratelli Vogadori

Visita
Casa di Romeo

Valentina Cubi

Visita
Tomba di Giulietta

Corte Mainente

Visita
Romeo e Tebaldo

Corte Mainente

Visita
Mura ed esilio

Corte Mainente

Visita
William Shakespeare

Corte Mainente

Visita
Luigi da Porto

Corte Mainente

Visita
Matteo Bandello

Matteo Bandello

Visita
Arche Scaligere

Corte Mainente

Visita
Ningbo

Corte Mainente

Visita

sarcofago in pietra rossa senza coperchio nella cripta di san francesco al corso

La tomba di Giulietta è un sarcofago in pietra, vuoto e senza coperchio, all'interno della cripta sotterranea della chiesa di San Francesco al Corso, in un vecchio monastero francescano.
Il complesso è oggi sconsacrato e sede del Museo degli Affreschi G.B. Cavalcaselle.

Per informazioni e visite:

+39 333 2199 645 info@veronissima.com P.I. 03616420232 C.F. CPPMHL74L13L781C

La tomba di Giulietta è lontana dai principali monumenti del centro di Verona. E per un buon motivo che vedremo a breve. Senza accedere al Museo degli Affreschi non è possibile vedere il manufatto. La visita alla tomba di Giulietta non viene inclusa nelle visite guidate generali di Verona ma solo negli specifici tour a tema Giulietta e Romeo.

Vicende storiche e letterarie

Il popolo strepita per le vie: alcuni gridano: «Romeo!» altri: «Giulietta!»; ed altri ancora: «Paride!». E tutti corrono con grande tumulto verso la nostra tomba.

William Shakespeare Romeo e Giulietta - Atto V scena III

Il modo in cui si è giunti a identificare il luogo dove si svolge l'epilogo della tragedia è avvincente e appassionante come una romanzo giallo in cui si seguono indizi, intuizioni, ragionamenti logici. Il punto di partenza è ovviamente il testo del racconto.

Romeo esiliato

Romeo uccide Tebaldo in duello, ed è per questo cacciato da Verona.
Nel medioevo la città era protetta da alte mura. La sera le porte di accesso venivano chiuse e sorvegliate. Nelle varie versioni del racconto non si perde tempo a spiegarci come Romeo raggiunga la tomba di Giulietta, arrampicandosi o corrompendo le guardie. L'operazione è facile, veloce e scontata. Evidentemente il piano prevedeva che Giulietta fosse sepolta fuori dalle mura, in un luogo di facile accesso.

San Francesco al Corso

Il monastero di San Francesco al Corso fu eretto nel 1230 sul luogo ove, secondo la tradizione, aveva soggiornato San Francesco d'Assisi di passaggio a Verona nel 1220. Alla fine del XIII secolo era ancora l'unico monastero francescano fuori le mura che ancora oggi, in lunghi tratti si possono vedere a breve distanza.
Romeo non avrebbe avuto difficoltà ad accedere, senza preoccuparsi di come superare le difese della città. Altrettanto facilmente, assieme a Giulietta, si sarebbero allontanati da Verona se le cose fossero andate secondo i piani.

Se vuoi approfondire

bassorilievo raffigurante il duello tra Romeo e Tebaldo

Romeo uccide Tebaldo in duello.

VAI
le mura di verona con il busto di Skakespeare

Le mura di Verona e l'esilio di Romeo.

VAI

Il ruolo di Fra Lorenzo

Fra Lorenzo è il religioso che ha sposato in segreto i due innamorati, ha escogitato il piano di fuga e ha fornito la pozione a Giulietta. Si muove con grande disinvoltura all'interno del luogo dove è stata sepolta la ragazza. Entra con ingombranti strumenti da scasso per scoperchiare il sarcofago quando capisce che Romeo non arriverà in tempo. Il suo piano è di nascondere Giulietta nella propria cella fin quando si ricongiungerà al novello sposo, ma non sembra preoccuparsi di essere visto mentre va in giro furtivo, nel cuore della notte, assieme a una giovane ragazza.
Fra Lorenzo è un frate francescano, proprio come l'ordine cui appartiene il monastero di San Francesco al Corso. Doveva quindi conoscerlo bene e sapeva di potervi trovare coperture e aiuto in caso di bisogno, o forse addirittura quello era proprio il suo monastero.

Il Sarcofago

vecchia foto in bianco e nero del sarcofago di Giulietta

Individuato il luogo si cercò la tomba. Ed effettivamente, nel monastero che nel frattempo era diventato convento dell'ordine delle Franceschine si trovava un grosso sarcofago in pietra rossa di Verona, vuoto e senza alcuna iscrizione.
Subito iniziarono le visite di curiosi e appassionati della storia.
Che aumentarono ancora di più nell'800 sull'onda dei movimenti e della cultura romantica. Tra i visitatori illustri anche Lord Byron.

Il sarcofago di Giulietta, semplice, aperto, con foglie appassite intorno, nel vasto e desolato giardino di un convento, è triste come fu triste il suo amore

Lord Byron, Lettere dall'Italia

L'arciduca Giovanni d'Austria acquistò a caro prezzo il coperchio del sarcofago. Maria Luisa d'Asburgo Lorena, imperatrice dei francesi, si fece fare orecchini e una collana utilizzando frammenti del marmo rosso di cui è composto.

Il Museo

Per rimediare allo stato di abbandono e agli atti di vandalismo di chi staccava pezzi del sarcofago come souvenir, ai primi del '900 il Comune di Verona decise di restaurare il vecchio monastero ormai sconsacrato e di adibirlo a museo.
Il sarcofago di Giulietta venne portato nella cripta sotterranea del complesso di San Francesco al Corso, tra le lapidi dei monaci consumate e ricoperte di umidità dove si trova tuttora.

Matrimoni Civili

bassorilievo in bronzo con Romeo che fugge dalla città a cavallo

In una sala riccamente affrescata del museo nel monastero ormai sconsacrato, vengono celebrate le unioni civili del Comune di Verona: "il giuramento d'amore di Giulietta". È un luogo simbolico e carico di significati. Qui infatti i due amanti decisero in un gesto estremo di rimanere uniti fino alla morte. Secondo alcuni potrebbe addirittura essere questo il luogo dove Fra Lorenzo li sposa in segreto.
Vi si celebrano matrimoni non solo tra cittadini italiani, ma anche tra stranieri provenienti da tutto il mondo.

Il Museo degli Affreschi

Le sale dell'antico monastero oggi ospitano il museo degli affreschi G.B. Cavalcaselle. Vi sono conservati gli affreschi staccati dai palazzi cittadini e portati in salvo dopo i danneggiamenti causati dalla piena dell'Adige del 1882. Il museo è stato valorizzato da un recente restauro e da un ampliamento delle collezioni che comprendono ora sculture, bronzi rinascimentali, reperti romani.

Visitare la Tomba di Giulietta

La tomba di Giulietta, all'interno di un complesso museale, è visitabile a pagamento. Oltre alla cripta con il sarcofago vuoto è possibile visitare il museo degli affreschi anche se, all'interno di un itinerario nella Verona di Giulietta e Romeo, il tempo a disposizione potrebbe non essere sufficiente.

Per qualsiasi domanda o informazioni più dettagliate sulle visite guidate alla tomba di Giulietta e sugli itinerari shakespeariani a Verona:

Per maggiori informazioni:

+39 333 2199 645 info@veronissima.com P.I. 03616420232 C.F. CPPMHL74L13L781C