Home Tour Temi Eventi Vino Gastronomia Hotel Info Profilo Foto Link

temi turistici verona

puntoDante a Verona
puntoL'eredità di Mantegna
puntoLa Verona del Veronese
puntoVerona Fortificata
puntoLa Verona del Sanmicheli
puntoEttore Fagiuoli a Verona
puntoIl Marmo di Verona
puntoMonumenti di Verona
puntoStoria di Verona

La Verona del Sanmicheli

michele sanmicheliAccompagnati da una guida turistica, alcuni spunti, da tradurre magari in un itinerari turistici, per conoscere la Verona che il genio di Michele Sanmicheli ci ha lasciato, con le sue fortificazioni, le sue porte, i palazzi e le chiese. Un architetto, maestro del Palladio, non molto conosciuto fuori dalla città scaligera, ma che merita di essere riscoperto per la grandezza e l'eleganza delle sue opere.

Nato a Verona attorno al 1484, riceve il primo apprendistato in famiglia, il padre e il fratello sono infatti lapicidi. Dopo una ventennale permanenza a Roma, Michele Sanmicheli torna a Verona. Non si conosce molto del suo soggiorno romano, ma certo sarà di fondamentale importanza per la sua formazione. Nella capitale, in un periodo aureo dell'arte italiana, egli avrà infatti l'opportunità di conoscere non solo la grandezza dell'architettura dell'antichità, ma anche di studiare l'arte del Bramante, Raffaello, Sansovino, Sangallo di cui diventa assistente. Lavora con il Sangallo come capomastro al Duomo di Orvieto dove progetta la Cappella Petrucci.
Assieme alla fama giungono le committenze importanti, e il Sanmicheli viene ingaggiato dalla Serenissima per disegnare le fortificazioni del vasto impero veneziano. Oltre che in Italia, dove si possono trovare le sue opere a Venezia, con la fortezza di Malamocco, un'autentica opera d'arte, a Orzinuovi, dove costruisce la fortezza, a Bergamo e Brescia, si ritrovano le sue opere in Dalmazia, a Zara, a Sebenico, a Creta, Corfù, e in molte delle colonie Veneziane sparse per il Mediterraneo.

fortezza orzinuovi
Grande esperto di dottrine matematiche, fisiche, lungimirante nella sua concezione urbanistica, fedele ai canoni vitruviani, le sue opere non furono solo funzionali, ma sempre possenti, armoniose ed eleganti. Forse a causa della sua personalità schiva e umile, e al non aver voluto accettare committenze più illustri per restare nella sua città, non gode oggi della fama riservata per esempio ad un Palladio, ma la sua opera, pur meno aulica, non è certo di secondo livello e godette di illustri estimatori quali Vasari, Leonardo, Michelangelo e il Veronese.
Michele Sanmicheli è oggi sepolto all'interno della chiesa di San Tommaso, edificio che egli contribuì a rinnovare, nell'antico quartiere dell'Isolo dove l'architetto aveva vissuto e lavorato.
L'immensa opera di Sanmicheli a Verona può essere apprezzata grazie ad alcuni itinerari guidati tematici che ripercorrono i suoi edifici militari, civili e religiosi:

Per informazioni sulla Verona del Sanmicheli, sulle visite guidate alle sue opere o per prenotare una guida turistica che vi illustri gli itinerari sanmicheliani:

info@veronissima.com

 

 
 
 
Itinerari
Le Fortificazioni
fortificazioni sanmicheli

I Palazzi
i palazzi di sanmicheli
Edifici Religiosi
sanmicheli: edifici religiosi

 
 
 
 
home - tour - temi- eventi - vini - gastronomia - hotel - info - profilo - foto - archivio - link
www.veronissima.com 2007